banner-principale

Definiti obiettivi e programmi della nuova stagione

I dirigenti: “Sempre grande attenzione per il settore giovanile”.

E’ iniziata ufficialmente la nuova stagione sportiva e in casa Showy Boys si definiscono gli ultimi dettagli. A dire il vero, l’attività di programmazione ha preso il via con largo anticipo rispetto al termine dell’annata agonistica nonostante gli ultimi impegni federali abbiano visto la società e lo staff tecnico impegnati sino alla prima decade di giugno.

Ora, invece, l’attenzione dei dirigenti galatinesi è rivolta a completare il programma di lavoro che nella stagione 2018-19 vedrà impegnata la Showy Boys su più fronti. Nei giorni scorsi si è tenuto un ultimo incontro tra i responsabili del club per definire quelle che saranno le novità ma anche le conferme in merito alla nuova stagione. I vertici societari e la direzione tecnica hanno delineato quella che dovrà essere l’attività da svolgere con i gruppi giovanili nell’ambito del progetto Scuola Volley. I risultati ottenuti in questi anni di duro lavoro in palestra hanno sicuramente premiato le scelte dell’area tecnica e confermato il buon programma stilato come offerta didattica per gli allievi.

Si riparte da questa grande attenzione per il settore giovanile, fulcro, da sempre, dell’attività sportiva della Showy Boys e su cui la società galatinese, come scuola di pallavolo, continua ad investire per offrire un più alto grado di qualità e professionalità.

“L’obiettivo è dare continuità al prezioso lavoro svolto sino ad ora con i gruppi della Scuola Volley – dichiarano i dirigenti bianco-verdi – si farà un ulteriore passo in avanti verso la formazione e la crescita, anche fisica, dei nostri allievi soprattutto in questa stagione sportiva che sarà senza dubbio un autentico laboratorio tecnico e di sviluppo delle qualità dei singoli e del collettivo. Abbiamo le idee molto chiare su metodi e programmi – concludono dal club – siamo sempre più convinti di quello che dovrà essere il percorso da attuare insieme allo staff di allenatori e istruttori”.

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Devi registrarti per scrivere un commento.