banner-principale

La Showy Boys ritira tre numeri di maglia

Prosegue senza sosta l’attività di preparazione per i ragazzi della Showy Boys. L’ultima settimana di allenamento ha evidenziato come il progetto “Scuola Volley” stia iniziando a raccogliere i primi interessanti risultati da un punto di vista tecnico, ma anche sotto il profilo sociale ed educativo. Tra le sedute atletiche e tecniche, così come programmato dal calendario settimanale, Sabato scorso, il gruppo under, diretto dal tecnico Antonio Melissano, è stato impegnato nella seduta video dedicata, nello specifico, al fondamentale della difesa.

“L’appuntamento del Sabato è sempre molto atteso dai nostri ragazzi – spiega uno degli allenatori del club galatinese – i video selezionati dallo staff tecnico raccolgono sempre grande curiosità, soprattutto se si considera che gli allievi si approcciano per la prima volta a questa disciplina sportiva. Se a questo aggiungiamo gli esercizi mirati preparati per la fase atletico-tecnica che segue la seduta video, allora l’attenzione cresce ancora di più.Molto positiva, quindi, la metodologia scelta e applicata nell’ambito del progetto Scuola Volley – conclude Antonio Melissano – perchè permette di studiare la pallavolo con una visione più ampia e specifica rispetto ai consueti allenamenti”.

Sul fronte societario, tra le iniziative intraprese dai dirigenti, da segnalare quella che riguarda il ritiro del 5, del 10 e dell’11 dalla numerazione delle divise bianco-verdi. La decisione, deliberata all’unanimità dal consiglio direttivo, è stata adottata per onorare la memoria di alcuni atleti e amici che hanno vestito la maglia della Showy Boys, lasciando un indelebile ricordo quali esempio di sport da preservare: Carlo Prato (n. 5), Roberto Antonica (n. 10) e Paolo Tundo (n.11). “Parlare di loro suscita sempre un’enorme emozione – spiegano dal club – rappresentano momenti importanti dei primi anni di vita della Showy Boys.Carlo Prato fu autore, insieme ai suoi compagni di squadra, della storica promozione in prima divisione nel campionato 1976-77. Roberto Antonica fece parte di quel gruppo di giovanissimi che si aggiudicò il titolo provinciale ragazzi. Paolo Tundo, invece, ebbe il merito di convincere il responsabile Francesco Papadia a continuare a fare giocarela Showy Boys a Galatina”.

E dopo aver presentato il sito internet ufficiale e i profili sui social network, la ShowyBoys continua ad essere al passo con i tempi e si adegua allo sviluppo delle nuove tecnologie, in modo da poter essere raggiunta da un numero sempre più alto di utenti e avere una maggiore visibilità. Sono tantissimi, oggi, gli utenti che navigano sul web attraverso piattaforme mobili quali iPhone, iPad e cellulari di tutti i tipi e di tutte le marche. E pensando a loro, la società ha inteso ottimizzare il sito internet www.showyboys.com/it  per renderlo facilmente visualizzabile da qualsiasi posto del mondo, con ogni tipo di browser e su qualsiasi piattaforma dallo schermo ridotto. Tutti i contenuti presenti sul sito www.showyboys.com sono stati interfacciati con le nuove tecnologie e per poter avere delle pagine web consultabili sia in modalità verticale che orizzontale e con un sito configurato per il piccolo schermo dalla visione immediata, dal peso minore e da una velocità maggiore di caricamento. (Il Galatino – 14.12.12)

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Devi registrarti per scrivere un commento.