banner-principale

Presentato il Progetto del 3vs3 Under 13

Si è tenuta questa mattina nella splendida cornice della Citroniera della Reggia di Venaria Reale (TO) la conferenza stampa di presentazione del 3vs3 maschile U13, il progetto ideato dal CT degli azzurri medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Londra e Direttore Tecnico del settore maschile, Mauro Berruto e sviluppato in collaborazione con Kinder+Sport.

Il progetto, nato dopo una ricerca statistica e qualitativa effettuata sui tesserati della pallavolo maschile nelle ultime sette stagioni che ha evidenziato un abbandono dopo il primo campionato federale (primo anno del biennio under 14), e’ stato esposto ufficialmente alla stampa alla presenza del presidente federale Carlo Magri e di diverse autorità politiche comunali e regionali. Il progetto è stato approvato lo scorso anno dalla Federazione Italiana Pallavolo che ha così permesso, dalla stagione in corso, lo svolgimento di un campionato nazionale maschile organizzato tramite i comitati periferici e valevole per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia.

Il Kinder+Sport Campionato Nazionale U13 Maschile 3vs3 si articolerà in varie fasi: provinciale, regionale con una finale nazionale a 42 squadre. Dopo il saluto istituzionale dell’Assessore regionale all’Istruzione Sport e Turismo, Alberto Cirio, è stato il presidente Carlo Magri a prendere la parola: “Oggi sono particolarmente contento perché abbiamo la possibilità di parlare di un argomento nuovo che spero  possa essere utile per lo sviluppo della disciplina. Ritengo che in questo momento il progetto dia un valore aggiunto al nostro movimento giovanile. Spesso si parla solo dei risultati e delle medaglie, ma non dobbiamo mai dimenticare che i giovani sono la linfa vitale della pallavolo. Abbiamo il dovere di non fermarci mai in questo senso e questo 3vs3 è un’altra tappa per avere un futuro sempre migliore al livello tecnico. Permettetemi di ringraziare le istituzioni presenti qui oggi e il nostro sponsor che da molti anni ormai ci accompagna in queste importanti iniziative”.

Terminato l’intervento del Presidente è stato Berruto a prendere la parola: “Il progetto è nato dalla necessità di permettere uno sviluppo sempre maggiore della pallavolo maschile giovanile, è stato un duro lavoro che speriamo dia buoni risultati. Devo ringraziare la Fipav che ha permesso la realizzazione di tutto questo. In sostanza, grazie a questo nuovo campionato che va ad aggiungersi agli altri, tanti giovani pallavolisti avranno la possibilità di disputare una finale nazionale dai 13 ai 17 anni. Naturalmente, terminato il primo campionato valuteremo ciò che non ha funzionato per poter apportare le migliorie necessarie perché ritengo sia importante guardare la pallavolo non con gli occhi di un adulto, ma con quelli dei bambini, i veri protagonisti di questa importante riforma”.

Al termine della conferenza stampa si è tenuta poi una dimostrazione pratica realizzata grazie al contributo del Comitato Regionale Piemonte alla quale hanno partecipato attivamente anche Luigi Mastrangelo, vincitore della medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici ed Edoardo Picco, capitano della nazionale juniores campione d’Europa. Presenti in sala dirigenti Ferrero oltre ai vicepresidenti Pietro Bruno Cattaneo e Giuseppe Manfredi; i consiglieri federali Adriano Bilato e Gianfranco Salmaso, il segretario generale Alberto Rabiti e il presidente del CR Piemonte Ezio Ferro. Con loro anche Andrea Giani, membro dello staff della nazionale maschile.

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Devi essere registrato per inserire un commento.