banner-principale
papadia, francesco, corsi, progetto, scuola, volley

Cresce l’attesa per l’avvio dei nuovi corsi

Il direttore tecnico Francesco Papadia: “Sempre più entusiasmo e attenzioni verso il nostro progetto”.

La Showy Boys Galatina è pronta a ripartire con l’attività agonistica per una stagione sportiva che si preannuncia ricca di novità. Mancano poche settimane all’avvio dei corsi di pallavolo ma sarà la squadra maggiore militante nel campionato regionale di serie D ad aprire le porte della palestra nei primi giorni di settembre. Intanto, in casa bianco-verde crescono l’entusiasmo e le attenzioni attorno alla prima squadra e al progetto “Scuola Volley”.

“Proseguiamo il nostro percorso didattico iniziato quattro anni fa – dice un soddisfatto Francesco Papadia, direttore tecnico del club – dire che il progetto pensato e realizzato per gli allievi del settore giovanile è cresciuto potrebbe non rendere appieno quanto e in che modalità il programma sia stato efficacemente svolto”.

Il direttore, uno dei fondatori della Showy Boys nel lontano 1967, è orgoglioso del lavoro svolto in questi anni e con un progetto che, come sottolinea lo stesso tecnico, “ha visto un nuovo modo di approcciarsi al mondo della pallavolo e sviluppare un programma didattico completo ed efficace per i più giovani”.

“All’inizio abbiamo destato curiosità – aggiunge Francesco Papadia – ma oggi il nostro lavoro sta ricevendo particolare attenzione e alcune società hanno iniziato a comprendere che per fare della buona pallavolo ed offrire servizi professionali è necessario programmare e affidarsi ad uno staff qualificato. Quest’ultimo, per noi, è il valore aggiunto – ribadisce il direttore – dal responsabile del settore giovanile Gianluca Nuzzo agli allievi allenatori che sono entrati a fare parte del gruppo possiamo contare su tecnici di assoluto spessore”.

Il progetto “Scuola Volley” coinvolge tutti gli allievi del vivaio bianco-verde, partendo dai piccolissimi del settore minivolley e sino al gruppo under 18. “Sviluppare un lavoro globale e personalizzarlo in base ai destinatari finali non è compito facile ma noi lo abbiamo fatto con ottimi risultati – conclude Papadia – da queste basi ripartiamo per una stagione come sempre impegnativa ma ricca di soddisfazioni per la crescita tecnica del nostro movimento”.

>>>>> CONDIVIDI: