banner-principale

Grande partecipazione alla festa in ricordo di Don Fedele

Giochi e divertimento tra sorrisi ed entusiamo dei più piccoli.

Una giornata all’insegna del divertimento, dello sport vissuto nella sua forma più pura e coinvolgente, della sana competizione, del vivere insieme, socializzare e collaborare. Una giornata vissuta soprattutto per ricordare Don Fedele Lazari, promotore della Festa di San Fedele e promotore dello sport, da sempre accanto alle società sportive galatinesi, Showy Boys Galatina e C.S.I. di Terra d’Otranto, da sempre coinvolte nell’organizzazione dell’evento e che hanno dato un contributo significativo allo svolgimento delle diverse attività

Importante anche il contributo dell’Accademia di Scherma Lecce che, oltre ad eseguire dimostrazioni tra allievi, ha coinvolto chi si è incuriosito di tale disciplina. Più di cento ragazzi si sono alternati per l’intera giornata sul piazzale antistante la Chiesa dello Spirito Santo, ex Convento dei Cappuccini, portando tanto entusiasmo, colore e puro divertimento.

Molto apprezzata la vicinanza dell’Amministrazione comunale, con l’intervento del sindaco Marcello Amante e dell’assessore alle Attività Produttive Nicola Mauro, e l’interessamento della Polizia Municipale al buon svolgimento della manifestazione.

L’impegno e la perseveranza delle famiglie di Via dei Platani, sospinte dal desiderio dell’attuale promotore Luigi Apollonio di far rinascere questa tradizione, sono state pienamente ripagate dalle parole di affetto e di apprezzamento ricevuto dalle famiglie che hanno partecipato, dai sorrisi dei bambini, dall’entusiasmo dei collaboratori sportivi.

L’intento degli organizzatori di far sorridere i nostri ragazzi con il gusto di riscoprire la gioia di giocare all’aperto dove sono nate la maggior parte delle attività sportive che attualmente si praticano nelle palestre si affianca a quello di far sorridere i bambini della Tanzania attraverso le missioni di Cesare Cafaro. Con i suoi video e le sue foto ha accompagnato gli organizzatori nel corso della giornata testimoniando il suo personale impegno a portare aiuto concreto e vicinanza affettiva a chi è lontano da noi fisicamente, ma nel cuore di chi nella solidarietà vera ci crede, come ci credeva proprio Don Fedele.

Di seguito riportiamo la dedica degli organizzatori, attraverso la quale ringraziano di cuore ragazzi, genitori, nonni, amici, dirigenti delle società sportive, collaboratori che hanno partecipato alla giornata e a quanti avrebbero voluto partecipare ma non hanno potuto farlo:

“Tutto questo gira intorno a te, non ci sei ma come vedi noi siamo sempre qui, sempre con te. Sei rimasto nel nostro cuore, perchè con i tuoi gesti e con le tue parole lo hai toccato nel profondo.
Amico, padre spirituale, fratello, uomo mandato da Dio tra di noi per portare la fede a chiunque tu abbia incontrato sulla tua strada.
Siamo qui per ricordarti e per dirti grazie.
Non finiremo mai di ringraziarti per tutto quello che ci hai donato: la forza, la speranza, la perseveranza, la gioia di vivere la fede, i gesti di solidarietà ma soprattutto l’umiltà.
Da sempre promotore dello sport, perché nello sport c’è la sana competizione, il lavoro di squadra, sinonimi di fratellanza e collaborazione.
Nel nostro piccolo cerchiamo di continuare a camminare sui tuoi passi. I tuoi passi adesso illuminati dalla luce di Dio.
Siamo sicuri che lassù stai continuando a cantare le tue filastrocche agli angeli, quelle filastrocche che cantavi a noi, ai nostri figli e che sono rimaste indelebili nel cuore di tutti.
Forse oggi ti abbiamo regalato un sorriso attraverso la gioia dei nostri bambini. Ci auguriamo che la luce di questo sorriso risplenda sempre sulle nostre vite, dove di sicuro continuano ad arrivare le tue preghiere.
Il più grande insegnamento che ci hai trasmesso è quello di non amare solo noi stessi, ma di imparare ad amare gli altri come noi stessi.
Le persone non si incontrano per caso”.

(Katia De Riccardis – Portavoce Comitato)

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Devi registrarti per scrivere un commento.