banner-principale

Avviata la Scuola Volley della Showy Boys, con tante novità

8 ottobre 2012. Data che ha segnato l’avvio dell’attività agonistica della Showy Boys, la società che ha contribuito a scrivere pagine importanti della pallavolo galatinese e non solo. E’ così ripartita l’attività dei ragazzi bianco-verdi, pionieri di quel volley che ha fatto emozionare, entusiasmare, gioire. A piccoli passi, ma a testa alta, forti di una storia che non si può dimenticare e di una identità che gli appartiene, i ragazzi della Showy Boys sono tornati sul campo da gioco e dato il via alla stagione sportiva 2012-2013.

Alla presenza dei componenti dell’area tecnica e di un nutrito gruppo di dirigenti, si è svolta la prima seduta di allenamento degli allievi under 12-13-14 guidati dall’esperto allenatore Antonio Melissano. Un primo approccio con il pallone e alcuni esercizi di base hanno caratterizzato l’appuntamento sportivo che ha anche visto momenti di analisi teorica per un primo approccio con la disciplina.

“Il concetto importante che abbiamo voluto sottolineare ai nostri ragazzi è stato quello di continuare a scrivere la storia che si è interrotta in passato, storia che non è mai finita e che oggi riparte con nuovi interpreti, con nuovi ragazzi che devono sentirsi orgogliosi di indossare questa maglia, questi colori sociali – ha spiegato il direttore tecnico della Showy Boys, Francesco Papadia – il loro obiettivo deve essere quello di divenire una squadra. Hanno l’opportunità di poter contare su uno staff tecnico qualificato e dall’alto spessore umano e sul supporto della società e dei suoi dirigenti”. Dopo il gruppo degli under, a scendere in campo sono stati i piccoli del corso di avviamento allo sport – minivolley coordinati dall’allenatore Vincenzo Giustizieri. Nei prossimi giorni, così come era stato annunciato nel corso della presentazione del progetto “Scuola Volley”, la società e lo staff tecnico introdurranno delle interessanti novità che andranno ad arricchire le sedute tecniche di allenamento riservate agli allievi under. L’avvio dell’attività agonistica è stato più che positivo e ora per i giovani pallavolisti si entrerà nel vivo della fase di preparazione.

E, in concomitanza con l’inizio dei corsi di pallavolo e minivolley, che vedono i ragazzi della Showy Boys impegnati nei vari giorni della settimana, la società ha allargato il suo organico e ha presentato lo staff medico che lavorerà assieme all’area tecnica guidata dal coordinatore Francesco Papadia. La società ha messo a supporto dei sui gruppi di allievi uno staff qualificato composto dai medici sociali Enrico Antonica e Antonio Palumbo, dal fisioterapista Marco De Matteis e dall’osteopata Paolo Russo. Prosegue positivamente anche la campagna di adesione alla Showy Boys con numerosi amici e simpatizzanti che hanno già firmato la loro iscrizione al club. Di giorno in giorno, infatti, cresce il numero degli associati, di coloro che scelgono di sostenere la società sportiva, dimostrando stima e fiducia nei confronti dei dirigenti e, in particolare, massima condivisione del progetto sportivo “Scuola Volley” realizzato per i giovani pallavolisti.

“Il nostro ritorno in campo, come ricorda lo slogan ideato per promuovere l’apertura dei corsi, ha riacceso tanto entusiasmo tra gli sportivi galatinesi e tra i tifosi, molti dei quali mi piace definirli ‘nostalgici’, della Showy Boys – aggiunge il direttore tecnico Francesco Papadia – tutti noi dirigenti lo stiamo percependo quotidianamente grazie alle testimonianze e alle attestazioni di stima per il progetto “Scuola Volley”. Sono trascorsi tantissimi anni da quando nel dicembre del 1967, su un campo allestito presso lo stadio comunale, si esibì, in un quadrangolare, la neonata Showy Boys opposta a Vis Lecce, Diavoli Neri e Fiamma Lecce. Oggi – conclude Papadia – ritornare in palestra, vedere i nostri giovani allievi allenarsi con tanto impegno e curiosità sotto la guida attenta dei loro allenatori e poi darsi appuntamento al prossimo allenamento sempre con quel sorriso sulle labbra è per noi la gratificazione più grande”. (Il Galatino del 26.10.12)

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Devi registrarti per scrivere un commento.