banner-header

Concluso il primo mese di preparazione precampionato per i giovani della squadra maggiore

Si è concluso il primo mese di preparazione in vista del campionato regionale di 2° livello che vedrà impegnati gli allievi della Showy Boys Galatina. Sarà una squadra composta dai ragazzi che frequentano la Scuola Volley e toccherà a loro difendere i colori biancoverdi in un torneo difficile ma che consentirà loro di fare esperienza in campo e maturare da un punto di vista personale e tecnico.

Lo staff dirigenziale ha deciso di rinunciare a partecipare al campionato regionale di serie C a cui si aveva diritto per puntare sulla crescita dei più giovani e, in pieno accordo con il neo direttore tecnico Claudio Scanferlato, concentrare tutti gli sforzi per garantire un loro sviluppo progressivo nel corso della stagione sportiva.

“Così come in quelle precedenti, in questa stagione si è scelto di dare spazio ai nostri ragazzi nel segno della continuità del lavoro svolto – dichiarano dalla Showy Boys – si è condiviso con il prof. Scanferlato un progetto di crescita di quegli allievi che provengono dal settore giovanile e, in particolare, dal gruppo under 17. In prima squadra sono presenti alcuni elementi della fascia under 19 ma il roster si compone, per la maggior parte, da allievi classe 2005. La bella notizia è che i ragazzi classe 2001 e 2002, questi ultimi in prima squadra nella passata stagione, stanno vivendo una nuova esperienza in categorie superiori e alcuni di loro molto lontani da casa. Una scelta di vita e di sport molto importante che la società e gli allenatori hanno condiviso con loro e di cui si è molto orgogliosi. Per chi è cresciuto nel settore giovanile della Showy Boys è giunto il momento di ritagliarsi uno spazio nei campionati nazionali e di perfezionare il bagaglio tecnico – aggiungono i dirigenti galatinesi – ciò a conferma il buon lavoro svolto in questi anni e che la Scuola Volley è un’ottima opportunità per tutti quei ragazzi e quelle ragazze che hanno passione per la pallavolo e voglia di mettersi in gioco”.

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Ti devi autenticare per scrivere un commento.