banner-principale

“Stasera è più forte il terrore”, un recital per non dimenticare

“Stasera è più forte il terrore” è il titolo del recital, con musiche di Fabrizio De Andrè, che andrà in scena Domenica 14 aprile, alle ore 20, presso la Sala “Pollio” della Parrocchia San Biagio di Galatina. Un lavoro di testi, musiche e immagini, volto sì a celebrare la grande figura del cantautore italiano, ma anche a dare una interpretazione dei fatti ben precisa, analizzando eventi e dinamiche che hanno caratterizzato la più recente storia d’Italia.

Tra il 1970 e il 1973, De Andrè pubblicò tre album definiti “concept”, cioè album in cui tutte le canzoni ruotano attorno a un unico tema. Basandosi su tale trilogia è stato realizzato un lavoro ispirato all’album “La buona novella” in cui si parla degli “eretici” intesi come eroi civili, come personaggi non allineati che viaggiano “in direzione ostinata e contraria”. Lo spettacolo, inoltre, prevede la proiezione di brevi filmati di particolare intensità, tra cui quello su Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

“La finalità dell’iniziativa non è solo quella di celebrare la memoria di Fabrizio De Andrè con un tributo messo in scena da interpreti professionisti – spiegano gli ideatori della manifestazione – ma vuole essere l’espressione di un forte impegno che affonda le sue radici nell’interesse per la storia dell’Italia repubblicana, per il frastagliato retroterra politico e il composito panorama culturale. Si partirà dagli anni ’60 e ’70 per attraversare decenni di ideologie spietate e contraddizioni abnormi, rievocare l’eco delle profezie di Pier Paolo Pasolini e i boati delle bombe della Sicilia degli inizi degli anni ’90. Ma più di tutto – concludono dal cast – si cercherà di instillare quel senso di coscienza storica e analitica, tenendosi ben lontano dalle retoriche a buon mercato di certe pubblicazioni patinate o dalla platealità emotiva di alcuni programmi televisivi”.

Il cast è composto da Domy Siciliano (voce), Donato Chiarello (voce narrante), Valentina Marra (violino), Monica Terlizzi (pianoforte), Stefano Rielli (contrabasso), Andrea Favatano (chitarra), Simone Carlà (percussioni) e Alberto Minafra (idea e testi).

L’ingresso è per invito e i biglietti sono acquistabili in prevendita (€ 5,00) presso “Lo Strillone” di Pasquale Guido in via Trieste, 20 a Galatina. Per informazioni: 347.4492147

Manifestazione realizzata in collaborazione con la Showy Boys A.S.D.

“… solo i “dissensi” del passato, consegnati alla storia, hanno riacquisito il diritto di dignità, perché hanno deciso di ” sedere in disparte”, assumendo identità propria e separata; sono diventati “altri” e ciò basta per accettarli “accanto” …. Poi un boato ti fa risvegliare di colpo e scopri che un eretico è stato annullato, la rabbia si mischia col dolore, le domande fanno eco alle recriminazioni… si vorrebbe allora restituire la divisa con i galloni dorati, mettersi in posa nelle foto per gli alberi commemorativi poi ci si abitua a convivere con la rabbia fino a  “quando il rimpianto diventa abitudine. […] E’ la celebrazione degli eroi borghesi, definiti eretici perché non in linea col potere centrale,  uomini liberi in libere idee che hanno pagato con la vita la loro scelta…”.

>>>>> CONDIVIDI:

Scrivi un commento

Devi registrarti per scrivere un commento.